Cenni storici

La costruzione della Scuola dell’Infanzia “Giovanni XXIII” è avvenuta tra il 1952 e il 1965, iniziata da Don Adamo Bortolato e ultimata da Don Giuseppe Donà.

La Scuola è stata aperta (con due sezioni, due insegnanti laiche, una cuoca e un’ausiliaria) nel 1965, con lo scopo di educare tutti i bambini della zona, favorendo la loro crescita fisica, intellettuale, sociale, morale e religiosa, secondo i princìpi di una corretta educazione umana e cristiana.

Dopo qualche mese la Scuola venne affidata a tre suore dell’ordine “Immacolata di Lourdes”. Nel 1982 le suore vennero richiamate alla casa madre e la Scuola rimase chiusa per un anno. Fu riaperta nel 1983 con due sezioni e personale laico (due insegnanti, una cuoca e un ausiliario). Nel 1988 venne aperta la terza sezione; dal 2006 al 2019 è stata aperta anche la quarta sezione.

La struttura

Nel corso degli anni la Scuola è stata ristrutturata e ampliata:  gli spazi, gli arredi e i materiali sono predisposti e strutturati per adeguarsi al meglio alle esigenze dei bambini nello svolgimento delle attività scolastiche; sono inoltre rispondenti alle vigenti norme igienico-sanitarie e di sicurezza. L’intero edificio è dotato di uscite di sicurezza e punto di raccolta esterno.

Quattro aule

Arredate con tavoli, sedie e armadietti per riporre materiali e lavori dei bambini, in esse si svolgono attività di sezione. In ogni classe sono presenti “angoli”, ossia spazi dove il bambino svolge specifiche attività di gioco.

Una palestra

Ampia e luminosa, dotata di attrezzature ludiche, tavolini, sedie e panchine. Viene utilizzata al mattino, per l’accoglienza dei bambini e durante la giornata per il gioco, libero e guidato, e per l’attività motoria.

Servizi igienici per bambini

Adeguati alle loro esigenze e utilizzati per la cura e l’igiene della persona; in essi vi sono wc per bambini e bambine, rubinetti e lavabi provvisti di portasapone liquido.

Servizi igienici per adulti

Separati dai servizi igienici per i bambini, sono presenti nella struttura delle toilette per il personale e per le insegnanti.

Una cucina

La cucina è completa e rispondente alle vigenti norme igieniche. Per la preparazione dei cibi viene seguito un menù approvato dall’A.S.L..

Una sala da pranzo

Spaziosa ed accogliente, la sala da pranzo è dotata di tavoli ottagonali, di sedie di diversi colori e di due credenze bianche fornite di piani d’appoggio.

Un ufficio segreteria

Dotato di scrivania, archivio, porta documenti e telefono; vi si custodiscono i documenti della Scuola e vi si svolgono tutte le attività amministrative.

Un ampio giardino

Dotato di attrezzature ludiche (scivoli con torretta, altalene, arrampicatore, panchine, arrampicatoio, casetta).

Corridoi attrezzati

I corridoi hanno attaccapanni per appendere cappotti e zainetti. All’ingresso vi sono due bacheche per l’affissione di avvisi, circolari, elenchi, menù, ecc…

Identità e mission

La Scuola dell’Infanzia “Giovanni XXIII” è una Scuola cattolica (ai sensi dell’art. 803 del codice di Diritto Canonico), paritaria (Decreto n°20 del 28 Febbraio 2001), che ha come Ente Gestore la Parrocchia “San Donato Vescovo e Martire” di Calvecchia-Fiorentina. Presidente e Responsabile Legale è il parroco pro-tempore della Parrocchia.

La Scuola elabora e trasmette una visione cristiana della vita e della realtà, in cui i principi evangelici stanno alla base dell’azione educativa. La centralità della persona costituisce criterio regolatore ed ispiratore della prassi educativa, e si pone come elemento fondante di un umanesimo integrale che implica la tutela e il rispetto dell’integrità del soggetto, concepita nell’insieme dei suoi bisogni e di tutto il suo potenziale umano.

Principali finalità educative della Scuola sono:

  • aiutare il bambino a rafforzare la propria identità (corporea, intellettuale, psicologica, morale) maturando sicurezza e stima di sé;
  • portare il bambino a vivere in modo equilibrato i propri stati affettivi sapendo esprimere e gestire stati d’animo ed emozioni;
  • aiutare il bambino ad orientarsi e a compiere scelte autonome in contesti diversi;
  • accompagnare il bambino alla scoperta e al rispetto di valori fondamentali quali il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente, la giustizia, la libertà, la solidarietà, la disponibilità all’interazione costruttiva con il diverso da sé;
  • guidare il bambino nel consolidare le abilità sensoriali e percettive, linguistiche ed intellettive:
    • impegnandolo nelle prime forme di organizzazione dell’esperienza, di esplorazione, ricostruzione e comprensione della realtà, di produzione e trasmissione di messaggi;
    • stimolandolo alla comprensione ed alla rielaborazione delle conoscenze proposte nei campi di esperienza;
    • valorizzando l’intuizione, l’immaginazione e l’intelligenza creativa.
  • accompagnare il bambino alla scoperta degli altri e dei loro bisogni, a comprendere la necessità di gestire i contrasti attraverso regole condivise, che si definiscono attraverso le relazioni, il dialogo, l’espressione del proprio pensiero, l’attenzione al punto di vista dell’altro, il primo riconoscimento dei diritti e dei doveri di ognuno.

La Scuola pone alla base della propria azione educativa:

  • la centralità di Cristo e del suo insegnamento;
  • il primato della persona considerata come valore e dono di Dio, portatrice di responsabilità e libertà, alla cui crescita va finalizzata tutta l’attività educativo-didattica;
  • la valorizzazione di tutte le dimensioni della persona (fisiche, psichiche e spirituali) per la realizzazione di uno sviluppo integrale nel rispetto dei ritmi di crescita del bambino e delle sue esigenze;
  • l’esperienza e la proposta di valori umani morali, sociali e religiosi nel vissuto quotidiano;
  • il primato educativo della famiglia, prima principale responsabile dell’educazione dei figli, chiamata a collaborare in modo continuo e coerente con la scuola;
  • la testimonianza di vita, di impegno educativo, di professionalità aperta al rinnovamento, di capacità di condivisione e corresponsabilità del personale docente;
  • la realizzazione di un ambiente comunitario che coinvolga nell’esperienza educativa, secondo una visione cristiana, tutte le sue componenti;
  • l’apertura alla Chiesa locale, il dialogo con la comunità civile e le realtà sociali;
  • l’attenzione particolare e la disponibilità per situazioni di bisogno.

Staff

Lo staff è composto da insegnanti qualificate che svolgono quotidianamente il loro lavoro con dedizione e professionalità, nel pieno rispetto dei tempi e delle singole esigenze dei bambini.

Tutto il personale è provvisto di attestati di formazione su primo soccorso, antincendio, sicurezza e partecipano annualmente ai corsi di formazione e aggiornamento.

Il personale della scuola è così composto:

  • Presidente e Legale Rappresentante parroco pro-tempore della parrocchia
  • 3 insegnanti a tempo pieno di cui una con ruolo di coordinatrice
  • 1 cuoca;
  • 1 aiuto cuoca-ausiliaria.